Torna al lavoro dopo la maternità! Consegnato il regalo al “Buon proposito 2016”

Il rientro al lavoro dopo la maternità: aiuto! Tutte le MML (madri-mogli-lavoratrici) di questo mondo e pure dell’altro mondo sentono i brividi solo a pronunciarlo. Chi di noi, via siamo sincere, chi di noi riesce a dire che rientrare in ufficio e comunque alla professione dopo la maternità è una robetta da nulla… Eccheddiamine!

Il gioco del nostro blog dedicato al Buon proposito per il 2016 è atterrato proprio là, nel momento esatto in cui s’interrompe il periodo del siamo-tutt’uno, ventiquattr’ore insieme. Mamma e figlio. E il bel quadro che avevamo preparato per il messaggio più toccante è andato proprio a una neomamma a un passo dalla porta dell’ufficio.

Mano femminile che lavora sul pc

Quando una MML lascia il pargoletto a casa, molla tute e calzettoni, reggiseni pro allattamento, orari senza orario, zainone contieni-tutto per te e per il piccolo che non si sa mai… quando succede che c’è da rinfilare i piedi nelle scarpe decolleté, riafferrare i manici di pelle della borsa a mano, piastrare i capelli, non dimenticare sul divano il cavo carica-pc, rimettere a fuoco l’elenco-clienti suddivisi per fasce di fatturato, insomma quando ciascuna di noi torna a fare la donna che lavora i domandoni s’inseguono: ce la farò a conciliare figli e lavoro? Saprò riprendere gli impegni lavorativi mentre a casa incombono le vite e le esigenze dei bambini?

Il gioco che vi ho proposto tempo fa sul blog dedicato al buon proposito per il 2016 si è concluso proprio con il messaggio di una neomamma che dopo qualche mese di maternità sta per rimettere piede al lavoro. Ecco il testo che Francesca aveva postato un giorno di dicembre pensando all’anno che stava per cominciare: “Il 2016 per me sarà un anno cruciale: rientrerò al lavoro dopo la maternità, quindi spero di riuscire a districarmi fra i vari impegni di mamma, moglie e lavoratrice. E sarà dura anche distaccarmi dal mio piccolino!!!! Ci vorrà tanta forza, ma la vita inevitabilmente è fatta di cambiamenti ed evoluzioni e noi dobbiamo solo impegnarci ad affrontare tutto al meglio, accompagnati dall’Amore, che è la cosa fondamentale!”.

La pittrice Paola Rasoini aveva preparato un quadro che avrei voluto regalare all’autrice o all’autore del messaggio che risultava il più… più Plonerino di tutti :)

L’olio su tela “Casolare in collina” è stato consegnato a Francesca Nuti, 36 anni, da quasi nove mesi mamma di un simpatico ometto. (Nella foto d’apertura è quella a sinistra, l’altra è l’autrice del quadro).

“Sono contenta, non mi aspettavo di ricevere questo bel regalo – dice Francesca – Ho appeso subito il quadro vicino alla cucina, in un ambiente di stile rustico, ci sta alla perfezione! Avevo mandato il messaggio senza aspettative né facendomi troppe domande. Ho solo detto quello che mi passa in testa in questo periodo. Non è facile pensare di riprendere tutto con un bambino così piccolo ma sono determinata a farcela e m’impegnerò al massimo, sia per la famiglia che per il lavoro”.

Back to work

Intanto che le nostre Ploneriadi mettono in archivio il gioco dedicato al “Buon proposito”, devo darvi appuntamento a fra pochissimo con un nuovo gioco che spero vi piacerà: un nuovo tema e l’invito a tutte e tutti voi a lasciare i vostri messaggi. Ci sarà un’altra bella sorpresa per chi riuscirà a colpire… :)

PRE-PA-RA-TE-VI  :)

Intanto un grazie, ma un vero, enorme GRAZIE a tutti quelli che hanno partecipato con il loro Buon proposito: siete stati tanti, sia qui sul blog che sui social, Facebook e Twitter.

Avanti, vi aspetto con la prossima Ploneriade!

Rimanete sul blog o passate quando volete e guardate gli aggiornamenti.

Qui per la mia Newsletter. Iscriviti!

Commenti recenti

Categorie

Articoli recenti

Argomenti

Per registrarsi al blog o per ricevere feed rss

Mrs. Plonery Written by:

2 Comments

  1. 8 febbraio 2016
    Reply

    un mio pensiero speciale va a Francesca……………..rivivo le ansie e le mille domande che mi passarono per la testa quando nel lontano 1995 dopo la nascita di Umberto ripresi a lavorare………….come libera professionista avevo avuto “poco” tempo per pensare, o dentro o fuori il mondo del lavoro……………a distanza di tempo ancora mille interrogativi a cui non ho mai dato risposta mi frullano per la testa………………….ma è anche questo un aspetto della bellezza della vita! Forza Francesca!!!

    • 8 febbraio 2016
      Reply

      Che gioia, Lucia, leggere che anche un tuo pensiero speciale va a Francesca! E’ un momento così importante, rientrare al lavoro dopo la nascita di un figlio. E tutte le MML lo sanno, lo sappiamo. Grazie di averlo ricordato qui sul blog, hai usato tante parole che contengono tutto il sentire di una neomamma che si rimette in cammino con il lavoro (ansie, domande, pensare, interrogativi). Ma poi c’è quella bellezza della vita… che dà un senso a tutto!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *