Prepariamo gli inviti per una festa a tema

Feste di compleanno a tema, per i bambini una meraviglia assoluta!

Mamme e babbi, avete un figlio o una figlia e volete fare loro una bella sorpresa?

Forza, vediamo insieme come si comincia e che cosa si può fare senza spendere chissà quanto e senza perdere in divertimento e originalità. Lo farò con alcuni post dedicati proprio alle feste a tema.

Intanto qui ci occupiamo degli inviti perché una vera festa, un compleanno che si rispetti comincia da un invito adeguato. Ah, una precisazione: in questo caso immaginiamo di organizzare una festa in uno spazio chiuso e abbastanza ampio (la sala parrocchiale, la taverna dei nonni, la stanza del circolo dove andate a fare yoga…).

Insieme al festeggiato o alla festeggiata stilate la lista degli invitati: scrivete pure un nome dietro l’altro senza interferire, lasciate scorrere i nomi anche se il numero vi sembrerà alto. Mamme, come al solito cercate di guidare senza dare troppo nell’occhio. E’ importante comprendere un po’ tutti i gruppi frequentati dai vostri figli: i compagni di classe, gli amici dello sport, qualche vicino di casa, l’amico del cuore. Non per chiamare tutti i ragazzini, ma per far sentire a vostro figlio che siete interessate a tutte le sue frequentazioni. Una volta pronto l’elenco, cercate di capire se è un numero ragionevole o se è necessario procedere con qualche taglio.

Nel primo caso, rassicurate il piccolo o la piccola dicendo che cercherete di contattare le famiglie di tutti i bambini. Se invece pensate che sia necessario ridurre il numero degli invitati siate più chiare possibile ma senza indurimenti dei toni. Usate spiegazioni tipo, lo so che tieni molto a tutti i tuoi amici, però non ce la facciamo a chiamarli proprio tutti in questa occasione (magari le dimensioni della stanza non lo consentono, alcuni bambini e soprattutto i loro genitori hanno impegni particolari, qualche nome della lista vi dice poco e rischiereste di non raggiungere la famiglia in maniera convincente). Potete anche proporre ai figli di pensare ad un’altra festicciola un po’ più avanti nel tempo con alcuni amici che non avrete potuto invitare in occasione del compleanno. Vi assicuro che un raduno di qualche amichetto o amichetta in date asettiche, senza nessuna ricorrenza, rende i bambini strafelici.

Ad ogni modo, eviterei di sbottare con la prima espressione storta che vi viene in mente (non ci penso nemmeno! Ma credi di organizzare un matrimonio? Mica ho la macchinetta stampasoldi, io, per poter invitare tutta quella gente! E via così con i migliori strepiti e urlacci).

Bene. Ora che la lista degli invitati è completa dobbiamo pensare a come annunciare il compleanno.

I biglietti d’invito. I più gettonati sono senz’altro i supereroi o i protagonisti dei cartoni preferiti dai vostri figli. Masha e Orso vanno sempre forte, pure Nemo con la sua Dory, il davvero sempreverde Hulk, mentre Spiderman per i maschietti non conosce tramonto, bene Frozen per le aspiranti principesse, una Sirenetta ha sempre il suo fascino, per i maschietti di cinque/sei anni vanno alla grande i Paw Patrol e più avanti forza Batman oppure Iron Man.

MP con cartoncini inviti a festa a temaConsiglio di andare a vedere su internet l’immagine più comune e diffusa del vostro personaggio. Ma se avete in casa un libro con il vostro eroe in copertina, a colori o in bianco e nero va benissimo. Ora mettetevi al lavoro con vostro figlio o figlia e cercate di riprodurre il perimetro. Tutti presi dalle immagini disponibili ovunque, i nostri figli magari non sanno come si ricalca un’immagine.

Con Plonerino piccolo lo abbiamo fatto e ci siamo divertiti molto. Abbiamo stampato l’immagine di Spiderman, appesa al vetro di una finestra bene esposta alla luce. Fermate il foglio con quattro punte di scotch agli angoli. Ora sovrapponete un foglio di carta bianca non troppo spessa anche questo fermato con un po’ di scotch. Lasciate che vostro figlio ripassi con un lapis sulla figura che emerge in controluce, sia la forma esterna che tutti i particolari. Quando toglierete il foglio rimarrà l’essenza del disegno e non avrete che da colorarlo.

Vi assicuro che è un bell’effetto. Va bene anche per l’invito alla festa perché se a casa avete a disposizione uno scanner o se comunque avete una certa dimestichezza con la tecnologia, potrete passare il disegno in digitale e poi utilizzarlo nell’invito che il bambino invierà agli amici.

Altrimenti potrete ridimensionare il disegno rivolgendovi alla cartoleria che farà un paio di riduzioni fino al formato che desiderate. Ora lo potete incollare su un cartoncino piegato a metà e scrivere a mano il testo dell’invito.

Tipo questo: Ti aspetto alla mia festa, il giorno X alle ore Y nella sala parrocchiale. Ti consiglio di portare un po’ di attrezzatura, in particolare sorrisi e voglia di divertirti.

Ah, dimenticavo, è il mio compleanno!

A presto e sarebbe meglio che tu mi facessi sapere se ci sarai. Capisci… ho da organizzare, io.

Nome del festeggiato/a

Buon divertimento e vi aspetto prossimamente ancora con post sulle feste a tema.

Qui per la mia Newsletter. Iscriviti!

Commenti recenti

Categorie

Articoli recenti

Argomenti

Per registrarsi al blog o per ricevere feed rss

Mrs. Plonery Written by:

Be First to Comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *