La luna spiegata ai bambini (e alle mamme) fra scienza e detti popolari

Luna e bambini, un’unione fantastica! Chi meglio di una mamma può spiegare la luna ai bambini? La mamma e la luna, un legame forte, ancestrale, di più, scandito dai ritmi insondabili del cosmo. La mamma e la luna è una di quelle accoppiate che fanno venire i brividi, come un cucchiaino e un barattolo di nutella, come un lettino da massaggio e un’ora di tempo libero, come una vetrina piena di borse e una carta di credito senza limite di utilizzo.

La mamma e la luna s’incontrano fin da subito, quando una donna sta per diventare mamma, perché le fasi lunari influenzano ampiamente la vita nostra.

Sarà capitato anche a voi, durante la gravidanza, nel tentativo di indovinare il fatidico giorno in cui vi troverete in sala parto: in quanti, forza dite, in quanti vi hanno detto il tal giorno fa la luna attenta a non allontanarti troppo che devi partorire! Oppure: hai visto che il giorno X è luna piena? Occhio che devi partorire…

E per tutte le faccende di estetica? Quante volte vi siete trovate a farvi domande sulla depilazione e il taglio dei capelli…

In occasione della SuperLuna di questo fine 2016, visibile dalla terra al massimo del suo splendore – gli astronomi dicono che una roba del genere la rivedremo fra diciotto anni -, parlavo di astri e cosmo con i Plonerini.

Luna in ciel

 

Sapete, la luna, gli osservatòri, le fasi lunari, i movimenti… E loro hanno potuto sfoggiare qualche conoscenza in materia, chi più chi meno.

E succede l’imponderabile. I figli hanno la capacità di portare il discorso su territori sconosciuti, riescono a passare da un argomento a un altro senza bisogno di collegamenti, sta a noi adulti correre con la mente da un registro all’altro senza scomporsi. E mentre stavo dicendo che il ciclo lunare si compie in ventotto/ventinove giorni, eccolo lì…

Plonerino piccolo: mamma, ma un fuoristrada 4×4 può andare sull’acqua?

– Non so, non credo

Pp: certo che può, l’ho visto alla pubblicità

– Magari può attraversare un piccolo corso d’acqua, un fuoristrada non è mica una barca

Pp: ti sbagli, fuoristrada vuol dire fuori dalla strada

Sento la fantasia che ci sta mettendo lo zampino.

Plonerino medio: stai attento che fuori dalla strada ci sei pure te

Pp: stai zitto!

Pm: stai zitto te!

Aiuto, mi serve un trattore 4×4 per moderare la conversazione.

– Okay, okay. Dicevamo della luna.

Plonerino grande ci sta guardando dal divano e straluna gli occhi.

– Ti ho visto sai, con quel movimento degli occhi mi dai la possibilità di farvi notare quante volte ci facciamo incastrare la luna. Anche per mostrare la nostra insofferenza verso qualcosa, come hai appena fatto con gli occhi.

Pp: mamma, ma un fuoristrada 4×4 può andare sulla luna?

Pm: sì, come no, esce dal garage e si spara sulla luna. Ma smetti…

– Un fuoristrada non può andare sulla luna ma dovete sapere che la luna influenza la vita sulla terra molto più di quanto possa sembrare.

E ho raccontato delle mamme e la luna, sono rimasti ad ascoltare il ciclo dei giorni.

Luna e bambini, dieci cose facili per spiegare il grande astro

L’ho riassunto così, in dieci semplici e sintetici punti: è un modo che può servire ad altre mamme per parlare della luna ai bambini, o se vi piace di più, dieci cose da sapere sulla luna senza essere esperti astronomi. Proprio l’essenziale, care mamme e genitori che potete fissarvi in mente se dovete rispondere in maniera semplice e comprensibile alle domande dei figli.

Uno. La luna è l’astro più vicino al nostro pianeta, alla Terra, e se escludiamo il sole è anche quello più luminoso.

Due. La luna è un grande satellite che si trova a quasi quattrocentomila chilometri di distanza dalla Terra. Vi sembra tanto? Macché, sono due passi appena se rapportati alla vastità del sistema solare!

Tre. La luna è un astro solido con pianure, monti e vallate.

Quattro. La luna gira su se stessa mentre gira intorno al nostro pianeta e la faccia visibile dalla terra è sempre la stessa, l’altra rimane nascosta.

Cinque. A occhio nudo, alcuni giorni si possono distinguere grandi crateri chiamati “mari lunari” che si sono formati a causa della caduta di grandi meteoriti.

Sei. I movimenti lunari sono tre: la rotazione su se stessa da ovest verso est, la rivoluzione attorno alla Terra lungo un’orbita a forma di ellisse, la traslazione (insieme alla Terra) intorno al sole.

Sette. Le fasi lunari sono quelle sezioni di luna che si possono osservare dalla Terra in vari periodi ciascuno dei quali dura una settimana: la luna nuova, il primo quarto, la luna piena e l’ultimo quarto.

Otto. L’intero ciclo delle fasi lunari, ovvero il tempo compreso fra due fasi uguali, dura circa 29 giorni e si chiama periodo sinodico.

Nove. L’età della luna alle ore zero del primo gennaio di ogni anno si ricava la data della Pasqua e di tutte le altre feste religiose a essa collegate.

Dieci. Durante la fase di luna crescente le maree sono più deboli e in questa fase l’energia è di espansione e rinnovamento, di rigenerazione. Nella fase di luna piena la forza di attrazione del sole potenzia quella della luna e provoca l’alta marea. Mentre nella fase calante la marea si abbassa nuovamente e il momento è propizio per tutto ciò che non deve più crescere.

Che facciamo, usciamo tutti fuori – grandi e piccoli – a dare un’occhiata alla luna? I bambini rimangono sempre affascinati dalla luce bianca della luna. E ora sta a noi, mamme e babbi, darci da fare per inventare qualche bella storia fatta di stelle, cieli notturni, pianeti e magie varie.

Qui per la mia Newsletter. Iscriviti!

Commenti recenti

Categorie

Articoli recenti

Argomenti

Per registrarsi al blog o per ricevere feed rss

Mrs. Plonery Written by:

Be First to Comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *