L’A, B, C, D di una mamma che non è pronta per un nuovo anno scolastico

A come Ancora.

Ancora una campanella che dice l’inizio di un nuovo anno scolastico. Una mamma non è pronta, mai. E i figli devono saperlo, sempre. Anche se ha comprato libri, diario, quaderni, grembiuli, zaino e tutto l’occorrente, una madre sente il cuore stringersi quando i figli escono dalla porta di casa e si avviano a scuola. Succede ogni anno, ogni settembre, ogni primo giorno di scuola: sia che il figlio vada in prima elementare, sia che frequenti qualsiasi altra classe, piccoli e grandi. Vale per tutti.

L’inizio di scuola, per una madre segna il tempo molto più di un compleanno.

Rimedi? Sorridere, pensare che è bello continuare a crescere e ad imparare grazie anche alle esperienze scolastiche dei figli. E poi impostare prima possibile l’organizzazione del mondo scuola-famiglia-lavoro-sport-robavaria.

Segnatevi Ancora questa parola e stampatevela in testa: organizzazione.

B come Buoni propositi.

Non mi dite bugie… anche voi avete fatto l’elenchino dei buoni propositi? Ecco, mi sento un po’ meno sola. Una mamma che si appresta ad accompagnare i figli verso la prima campanella del nuovo anno scolastico è piena di buoni propositi: mi sveglierò qualche minuto prima ogni mattina e arriveremo puntuali, sempre; mi organizzerò con le merende per avere ogni sera qualcosa di pronto e genuino da mettere nello zaino dei figli; riuscirò a stirare il grembiule per tempo e non negli ultimi dieci minuti prima di uscire di casa; andremo tutti (l’intera famiglia!) a letto presto e ci alzeremo la mattina riposati e pronti per affrontare ciascuno la propria giornata; eviterò di usare compulsivamente i gruppi whatsapp dei genitori delle classi dei miei figli; terrò un’agenda aggiornatissima di tutti gli appuntamenti scolastici, comprese riunioni, ricevimenti degli insegnanti, uscite a teatro, gare di atletica, giochi matematici, incontri d’interclasse per progetti di ogni argomento, scadenze per la presentazione di documenti, deleghe, autorizzazioni e… Prometto: non comincerò la giornata sbraitando dai, finisci il latte; dai, lavati i denti; dai, allacciati le scarpe; dai, chiudi lo zaino; dai, che è tardi.

C come Compiti.

Una certezza, puntuali come i rintocchi di mezzogiorno, i compiti ci accompagneranno fino al prossimo giugno, mamme care. Compiti da fare a casa, compiti in preparazione alle verifiche, compiti di approfondimento, compiti di recupero, compiti… compiti… compiti. E ogni madre di questo mondo sa di che cosa sto parlando.

Rimedi? Pazienza, organizzazione, comprensione, dialogo e qualche volta un po’ di determinazione per far rispettare tempi, regole e impegni vari. Finiremo per amarli, quei Compiti.

D come Da Domani… Donna.

L’inizio degli impegni scolastici dei figli significa anche orari più regolari, giornate impostate secondo un ordine prestabilito, scadenze dettate dai tempi della scuola e molto altro che tiene i nostri figli non solo sul pezzo dell’istruzione-formazione-educazione ma anche in mare magnum di impegni che stanno in orario extrascolastico e servono a dare ai nostri nuovi stimoli, altre conoscenze, ambienti vari e diversi.

Pagina da scrivere

Per una mamma può voler dire qualche secondo di tempo da dedicare a se stessa. Una volta incastrato anche l’orario lavorativo, una volta calcolati i tempi scolastici ed extrascolastici dei figli, cerchiamo care mamme d’individuare qualche scampolo di tempo anche per noi. Che ricordiamoci – come dico spesso in questo blog – siamo sempre in bilico tra la vita di madre e la vita di Donna.

Auguro a tutti i genitori, mamme e babbi, un entusiasmante avvio di scuola dei figli, che siano piccolissimi o più grandicelli o già ragazzi delle superiori. A tutti, un grande abbraccio e una raccomandazione: ridiamoci su. Perché? Perché se riusciamo a tirare fuori un po’ d’ironia, se siamo in grado di sorridere anche quando la strada si fa dura e piena di impegni, allora sarà un po’ più divertente. Proviamoci.

Ricordando che noi adulti, in verità, non siamo mai pronti all’inizio di un nuovo anno scolastico.

Buona scuola!

Mrs. Plonery

Qui per la mia Newsletter. Iscriviti!

Commenti recenti

Categorie

Articoli recenti

Argomenti

Per registrarsi al blog o per ricevere feed rss

Mrs. Plonery Written by:

Be First to Comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *