Il decalogo di una MML in vacanza. Aiuto, mi si è ristretta la giornata ma la mente spicca il volo!

In ferie dal lavoro, con i figli che hanno mollato le loro tante attività, il marito pure in pausa, gli amici che magari se la stanno spassando su qualche spiaggia, i nonni che si godono un po’ di riposo chi in montagna, chi al mare.

Care MML (madri-mogli-lavoratrici) è il momento di rivedere le regole, siamo in quell’anomalo periodo dell’anno in cui tutto è diverso: orari, sonni, giochi, letture, lavori di casa, sport. Tutto, tutto è diverso. E non importa trascorrere le vacanze nel parco di Yellowstone, no… E’ tutto diverso sia che ve ne stiate a casa sia che abbiate deciso di trascorrere una vacanza piccola o grande in qualche angolo di mondo.

Una MML in questo periodo diventa un’entità nuova. Ma attenzione, care mie, ci sono parecchie buone ragioni per voler trascorrere questi giorni o settimane nella maniera più divertente, rilassante, proficua, avvolgente, appassionante, rigenerante che sia possibile. Vi accorgerete di avere così tanto bello intorno che le giornate scivoleranno via a ritmo sostenuto, sembreranno ristrette. E’ la forza dello stare bene!

 

Ecco dieci punti inamovibili per affrontare il periodo del “sono tutti fermi”.

Il mio decalogo di una MML in vacanza.

Uno. L’orologio è un amico, non un despota. Volete forse negare a un amico il meritato riposo? Via, mettete via tutti gli orologi di casa e personali e lasciate che le cose accadano quando devono accadere, dal risveglio in poi. Solo un’annotazione: il calare del sole, ad un certo punto, la luce che si smorza, significa che si sta facendo sera. Preparatevi, docciatevi, e via con la modalità-buio.

 

Due. L’abbigliamento riflette il vostro stato d’animo: fate in modo d’indossare tutto quello che vi dà piacere. Va bene la tenuta da spiaggia, il costume preferito, il pareo nuovo, ma quando non siete al mare coccolatevi con capi che vi fanno stare bene. Anche coi colori, spazio ai vostri desideri. Aprite armadi e cassetti e mettete qualcosa che non abbia niente a che vedere con i giorni di lavoro. E se potete, approfittate dei saldi per acquistare quella camicia che vi ha colpite o una collana nuova che indosserete di sera.

 

Tre. Le coccole sono l’unico obbligo che avete. Nelle due direzioni, s’intende: coccole da dare e da ricevere. Carinerie, mamme care, circondatevi di carinerie: concedetevi ai figli come riuscite a fare poche volte. Sorrisi, massaggi con oli profumati, intrecci di gambe, nuotate fianco a fianco, sdraiati su un prato a braccia aperte a giocare agli indovinelli, esperimenti con materiali raccolti qua e là, e di nuovo abbracci, baci, selfie a raffica. Ricordate che le coccole non sono solo le carezze. Le coccole sono tutto quello che vi fa essere e sentire affettuose. Certo, anche con il vostro lui. Allora passate pure al punto successivo.

 

Quattro. Avete un marito, fidanzato, compagno, insomma il vostro lui? No ai giudizi, sì alle vicinanze e alle riscoperte. Non è questo il tempo per ricordargli che lo stendino in terrazza non è atterrato lì durante un temporale estivo ma è un attrezzo in uso in casa vostra in tutti i periodi dell’anno. No, lasciate perdere… Avete un unico obiettivo: cercare atteggiamenti affettuosi (che PokemonGo possa aiutare?) e lasciarvi andare a cose belle e che vi facciano stare bene. Sì alle chiacchierate vicini-vicini, sì a tutte le effusioni che vi vengono in mente, sì a qualche cara vecchia vostra abitudine che negli ultimi tempi avete un po’ tralasciato. Fate tutto a due! Perché i figli avranno un po’ da giocare, leggere, parlare fra coetanei, magari riposare… Che dite, eh?

 

Cinque. La cucina non è il vostro regno, la cucina adora essere visitata da persone nuove! In questo periodo chiunque può addentrarsi in cucina e preparare qualsiasi cosa. Se possibile, riempite la dispensa e il frigo con qualcosa di sfizioso e insolito per la vostra famiglia. Può preparare pranzi e cenette chiunque, dal figlio piccolo al grande, lui o lei che di solito non lo fanno. Anzi, usate tablet e smartphone per visitare i milioni di food blog e sbizzarritevi con la fantasia. In questi giorni si mangia solo con piacere, si gustano piatti che non costano fatica nella preparazione o se sono elaborati, li avremo preparati solo con piacere.

 

Sei. Viaggi, visite, escursioni, passeggiate, pic nic, giri in ogni dove. E’ ammesso tutto. A seconda delle possibilità, dei tempi e delle esigenze della vostra famiglia, lasciate che in questi giorni ci scappino uscite di qualsiasi tipo. Se avete già organizzato la vacanza, passate al punto successivo, se invece siete a casa e dintorni cominciate a spulciare tutti i siti di associazioni e gruppi di zona alla ricerca di un angolino nuovo, o magari conosciuto ma che vi piace rivedere. E là organizzate il vostro pic nic preferito, godetevi quella passeggiata che non facevate da tempo, andate a riscoprire un affaccio in montagna che vi apre il cuore, pensate a una giornata di pesca nel laghetto in montagna, correte a perdifiato su e già per le colline che non conoscevate. Insomma, fuori, aria, giri, occhi aperti, movimento.

 

Sette. Scattate foto e girate video. Immagini, mamme care, immagini a più non posso. Le fotografie aiutano la nostra mente a focalizzare un bel momento – figli, paesaggi, coppia, animali -. Pensiamo che una foto è il risultato dell’azione che la luce esercita per riprodurre un soggetto per esempio sul nostro smartphone oppure su carta se la stampiano, o su qualsiasi altro supporto digitale o cartaceo. E allora lasciamo che la luce di questa estate attraversi i nostri affetti, i panorami che ci passano davanti agli occhi, i momenti che ci fanno stare bene. Intanto fotografate, care MML, poi vedremo come utilizzare questo materiale. Solo una raccomandazione: scattate solo per voi, solo per quel momento, solo per il vostro piacere.

 

Otto. La mente si rilassa stando in movimento e le passioni sono uno dei motori del nostro cervello. Ebbene sì, i nostri neuroni riescono a stare bene e fare appieno il loro dovere quando il nostro corpo produce determinante sostanze (endorfine, serotonina e via così). Quindi ci rilassiamo se il corpo sta bene, il corpo sta bene se si alimenta correttamente, produciamo ormoni “buoni” se viviamo stimoli positivi. Insomma, dedichiamoci alle nostre attività preferite e la nostra mente vivrà momenti di gloria. Qui dentro può starci tutto, dovete solo dare la precedenza alle passioni. Tutto il resto può attendere.

 

Nove. Mezzi di trasporto quanto bastano, né un pizzico più né un pizzico meno. Se il Creatore avesse voluto metter su un’automobile e un treno anziché una donna e un uomo, ci avrebbe sicuramente dotati di gomme, volante, finestrini, motori… Se invece abbiamo gambe e braccia significa che questo è il nostro assetto naturale. Forza, a parte il viaggio che deve servirvi per raggiungere una certa destinazione scelta, per il resto siete solo voi e il vostro corpo. E così per tutta la famiglia. Gambe e braccia, braccia e gambe.

 

Dieci. Mettere via i segnali della mente perché possono tornarci utili alla ripresa delle varie/molte attività. In questo periodo, nella lentezza che si produce ogni giorno di più, può capitare di avere qualche flash organizzativo, magari uno spunto su cui riflettere quando riprenderemo il nostro “tutto”, o anche qualche intuizione creativa per far rendere meglio il nostro mondo di MML (madri-moglie-lavoratrici). Imparate a non tuffarvi con la testa su quel tal pensiero, o su quel progetto. No, aspettate… Prendete appunti nel momento in cui vi frulla in testa quella certa cosa. Fatelo come più vi piace, su un taccuino se di solito ne portate dietro uno, oppure sulle memo vocali dello smartphone, oppure dove preferite. Ma segnatevi quello spunto che la mente vi dà. Poi mettete tutto via e lo riprenderete alla fine della pausa. Quando la vostra mente, rilassata e accogliente, sarà pronta per nuovi modi di affrontare anche gli impegni di sempre.

 

Buon tutto a voi che passate da qui. Leggetevi questo decalogo, magari riprendetelo quando vi fa piacere. E godetevi il tempo e le persone. Dovunque voi siate.

Qui per la mia Newsletter. Iscriviti!

Commenti recenti

Categorie

Articoli recenti

Argomenti

Per registrarsi al blog o per ricevere feed rss

Mrs. Plonery Written by:

2 Comments

  1. 3 agosto 2016
    Reply

    Mi piace un sacco il tuo Decalogo!!
    Evviva le vacanze! Buona Estate a voi nell’altro Emisfero!
    Un abbraccio xx

    • 3 agosto 2016
      Reply

      Grazie, Elisa! Mi piacerebbe che il decalogo sforasse anche oltre le vacanze… E mi piace pensare che tutte le mamme che passano di qui vogliano almeno provarci. Un grande abbraccio fin là

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *