Consegnato il regalo al messaggio #ioeme. Le Ploneriadi fanno spazio a svaghi e passioni

Il messaggio #ioeme che ha colpito di più parla di passioni in cucina e amore per i libri ma anche di studi e lingue straniere. E’ di una MML (madre-moglie-lavoratrice) che non ha mai smesso di credere che gli svaghi e i momenti tutti per noi siano necessari anche nella giornata complicata e frenetica di una madre che deve tenere insieme famiglia e lavoro.

L’autrice è Lucia di Genova che ha postato sul blog questo commento: “Nel silenzio #ioeme alterno un libro a un dolce o comunque una ricetta nuova da sperimentare oppure a studiare…sì lo so che a molti potrà sembrare strano ma mi piace continuare a studiare e adesso mi dedico all’inglese perché mi sono accorta che leggere in lingua originale è davvero un’altra cosa e allora perché non provarci? Iniziato per scherzo leggendo il primo libro perché non tradotto in italiano, adesso è davvero divertente…..ma mi domando dopo l’inglese a quale lingua toccherà??? Lo spagnolo direi, visto la passione per alcuni autori….buon #ioeme a tutti!!! Lucia da Genova”.

Come di consueto, le Ploneriadi di questo blog assegnano un regalo al contributo più carino o a quello che più centra il tema proposto. Questa volta c’era un quadro – “Primavera in rosa” della pittrice Paola Rasoini – da riservare all’autore o all’autrice del messaggio #ioeme più significativo. Volevo dedicare attenzione alle passioni che tutti noi abbiamo ma che a volte non riusciamo a coltivare… per i molti impegni, per il gran daffare quotidiano! Insomma, puntare gli occhi su quello che ci piacerebbe fare e raccogliere gli spunti da voi che seguite il blog con l’intento di dare spinta a tutti gli altri. Anche a chi a volte si lasciare andare a frasi tipo questa… mi piacerebbe, ma con tutto quello che ho da fare!!! Invece dobbiamo provarci  😜

Ecco nella foto la consegna del regalo a Lucia, architetto di professione, grande divoratrice di libri specie di narrativa, sportiva e appassionata di corsa, madre di due figli maschi. Nella foto è insieme all’autrice del dipinto (Paola, a sinistra).

E ora un GRAZIE enorme a tutti quelli che hanno inviato i messaggi #ioeme e che nel corso della Ploneriade hanno seguito lo spazio che il blog dedica agli svaghi di tutti noi: alcuni hanno parlato di paste polimeriche da modellare, di libri da leggere in tranquillità, alcune di smalti da stendere sulle unghie e altre carinerie da dedicare al corpo, ci sono poi le appassionate di bijoux fai da te, ma anche quelle che con un bel film si godono il silenzio della sera. E poi c’è chi si dedica allo yoga. Sì, anche lo yoga.

Segnalo l’autrice del commento #ioeme che si ritaglia un po’ di spazio grazie alle posizioni yoga: il suo messaggio contiene lo spirito costruttivo e battagliero di una MML (madre-moglie-lavoratrice). Ecco quello che Futura ha postato sul blog: “#ioeme Quando sono sola, bimbi a nanna e marito fuori casa, medito e faccio yoga, cerco di trovare un momento di rilassamento e di crescita personale…respiro…e cerco di trovare amore per me stessa, per poi donarlo ai miei due piccoli terremoti, che mi riempiono le giornate ed il cuore”.

Ancora grazie a tutti e vi aspetto alla prossima Ploneriade che lancerò sul blog nei prossimi giorni.

Nella PAGINA DELLE PLONERIADI potete leggere tutti i messaggi #ioeme e anche le info sull’iniziativa che ho dedicato a chi si ritaglia un po’ di spazio per sé, tra svaghi e passioni.

Mentre POTETE LEGGERE QUI le iniziative precedenti.

Qui per la mia Newsletter. Iscriviti!

Commenti recenti

Categorie

Articoli recenti

Argomenti

Per registrarsi al blog o per ricevere feed rss

Mrs. Plonery Written by:

2 Comments

  1. 20 agosto 2016
    Reply

    ringrazio tantissimo Mrs. Plonery per avermi scelto ma soprattutto per avermi dato la possibilità sia di leggere i momenti °ioeme di altre MML sia di conoscere personalmente Paola l’autrice del regalo ricevuto. Un’altra splendida occasione di incontrare “storie” di MMl e allora alla prossima Ploneriade!!
    Lucia da Genova

    • 21 agosto 2016
      Reply

      Grazie a te, Lucia! Per aver partecipato alle Ploneriadi e di averne colto lo spirito: incontrare “storie”. Questo mi piace A presto

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *