Chi è

Chi è Mrs. Plonery

Qui si scambiano chiacchiere, con la convinzione che il passaparola riesca a salvarci in tante situazioni.

Mrs. Plonery è uno pseudonimo: sono una donna e nel mio frullatore ci sono tre figli, un marito, un lavoro da impiegata, i romanzi che ho scritto, una passione smodata per la lettura e la scrittura.

Adoro stare ad ascoltare altre mamme che lavorano e raccontano le peripezie delle loro-nostre giornate, donne che riescono a far girare ogni neurone in due direzioni differenti, verso la famiglia e verso la professione. Contemporaneamente, è ovvio.

Ora possiamo raccontarci in questo blog il cui embrione si è sviluppato su una domanda che tutte le donne madri-mogli-lavoratrici si sono sentite sicuramente rivolgere almeno una volta: ma chi te li tiene? Capite di chi stiamo parlando, vero?

 

Perché il blog Mrs. Plonery?

Per chiacchierare di famiglia e di passioni. Sono profondamente convinta che le due faccende s’incontrino.

Un salotto? Macché salotto, e chi ce l’ha il tempo per stare in salotto a parlare? Chiamatelo pure come più vi piace, qui nella rete lo chiamano blog, ma si può dire chiacchieratoio, chiacchierificio, o anche pensatoio, pensaturificio, oppure consigliatoio, consiglificio o invece semplicemente uno spazio per incontrare gente.

Varia umanità passa da queste parti e scambiamo due chiacchiere con un solo filo conduttore: l’ironia.

A voi lettrici e utenti di questo blog la possibilità di leggere e commentare, intervenire, raccontare la vostra esperienza, conoscere com’è andata a qualcun’altra, o cos’ha fatto una donna nelle vostre condizioni quando le è capitata quella certa cosa. Se avete una storia di famiglia o di lavoro che vi piacere condividere con Mrs. Plonery, segnalatela per mail e proviamo a raccontarla.

info@mrsplonery.it

 

Domande che hanno una risposta

Sei sposata? Sì, con UoVo. E’ l’acronimo di Uomo Volante, che per lavoro si sposta a distanze minime di duemila chilometri per volta.

Dove vivi? A Tuscanyland, in un incantevole castello con tanto di torre di avvistamento e mura fortificate. Tranquilli, non è nostro, siamo in AF, significa Affitto Fantastico. Possiamo abitarlo solo quando abbiamo bisogno di evadere dalla realtà, e siccome l’Isola che non c’è di Peter Pan ci sembrava un po’ troppo lontana…

Figli? Odio le domande prolisse e ancor più le risposte chilometriche. Per parlare dei Tre Plonerini ci vuole spazio, è vero che siamo sul web ma anche qui cari miei lo spazio costa… cosa credevate? Va bene, cercherò di riassumere facendomi aiutare da quel motivetto che fa: Son tre piccoli Plonerin, sono  tre  fratellin. Tralalalala!!! Hanno tra i cinque e i diciassette anni.

E che fai, lavori? No, mi mantengo con i soldi vinti giocando a freccette nei sotterranei del castello… Certo che lavoro! Anche perché assicurare le provviste ai Tre Plonerini richiede uno sforzo non indifferente.

Quali sono i tuoi hobby? Se vi aspettate la risposta deprimente tipo come posso concedermi un hobby con tutto quello che ho da fare durante il giorno, siete sulla strada sbagliata. Consiglio di fare inversione ad U, come direbbe il navigatore in macchina. Mi piace leggere, scrivere e camminare all’aria aperta. Non so se siano hobby ma sono le mie passioni.

Si può suggerire a Mrs. Plonery un argomento da trattare? Certo, i suggerimenti sono davvero benvenuti. Scrivete a info@mrsplonery.it

Quanta fantasia c’è nei testi di Mrs. Plonery? Quel tanto che basta per raccontare qualcosa di verosimile indossando cappotto e sciarpa, dove il cappotto sta per umorismo e la sciarpa sta per ironia. Cappelli? No, i cappelli no. Anche se le fashion blogger ci dicono che stanno tornando di moda.

Un desiderio? Facciamo così, c’è il blog di Mrs. Plonery per conoscerci meglio. Vi aspetto. Ecco sì, un desiderio è proprio questo: incontrare tanta gente, qui sul blog.

M.P.

Ringraziamenti

Il disegno di Mrs. Plonery – una testa piena di passioni – è di Paola Rasoini

 

Questo blog si trova anche su Lionshome